Orientalisti Italiani e aspetti dell' Orientalismo in Italia


Vient de paraître, aux éditions Labrys, dédié à la mémoire de Mirella Galletti et avec trois de ses articles inédits
“L’orientalismo è un tema complesso. In particolare, mancano testi esaustivi su una storia generale degli studi orientali in Italia e così pure indagini adeguate relative ai vari settori e periodi, poiché manca una prospettiva unitaria, ma articoli sono sparsi qui e là. Secondo l’Enciclopedia Italiana, l’orientalismo è il complesso degli studi, condotti con l’uso diretto delle fonti indigene, su lingue, letterature, storie, culture e religioni dell’Oriente, dal Vicino all’Estremo”. 
Estratto da “Studi Orientalistici in Italia” di Mirella Galletti «Con la parola “orientalismo” è ormai convenzione d’intendere il complesso degli atteggiamenti concettuali e delle tendenze letterarie e artistiche che convergono nell’immaginazione di un “Oriente” inteso come civiltà, cultura, costume preso nel suo complesso e contrapposto a un altrettanto astratto e generico “Occidente”. L’orientalismo ha pesato in modo determinante, specie negli ultimi tre secoli, sulla nostra cultura: ed è stato determinante nella stessa individuazione del concetto di Occidente, con tutti i malintesi e tutte le approssimazioni del caso». 
Estratto dalla “Prefazione - Orientalismo e Orientalistica” di Franco Cardini Non si lasciava distogliere facilmente dai suoi compiti, dagli studi, dalla volontà di ricercare, conoscere e far conoscere, di fare giustizia, di proporre, di inventare. […] Tra le altre cose, ci ha insegnato che la determinazione può essere la più bella delle malattie, da alimentare e condividere». 
Estratto da “Ricordo di lei” di Angela Spina 
A cura di ANGELA SPINA

Commentaires

Posts les plus consultés de ce blog

Manuel de Soureth ou comment apprendre la langue des anges

Le syriaque, langue d'Abraham, des soufis et des Anges

L'alimentation kurde comparée à celles des autres communautés du Kurdistan : Arméniens, Assyro-Chaldéens et Juifs